Non c’è più religione

Il 24 settembre alle ore 21 spettacolo musicale “Non c’è più religione”. La compagnia teatrale dei Fiabini andrà in scena, al teatro della "Limonaia di Villa Strozzi"

È uno spettacolo originale, sia nei testi che nelle musiche, che vede coinvolti nella recitazione, nel ballo e nel canto, circa 45 bambini dai 6 ai 13 anni, inspirato e ambientato nella “ludo-biblio” dell’Ospedale Meyer di Firenze. Si succedono diversi quadri e scene che descrivono la vita dei bambini che, per svariati motivi, si ritrovano a passare un po’ di tempo all’interno dell’ospedale.
Lo spettacolo dal titolo “Non c’è più religione” parla di tolleranza, di differenza culturale e religiosa e di rispetto reciproco. 
Nei dialoghi e nelle canzoni la diversità viene vista come valore e non come motivo di divisione. Le differenze culturali, etniche e religiose vengono quindi superate da un unico comune denominatore, che è quello dell’amore, del rispetto e dell’accoglienza. Il valore universale della tolleranza viene trasmesso nel corso dello spettacolo attraverso le parole e le azioni dei bambini che, con la loro semplicità, simpatia e spontaneità, riescono a far capire quanto sia importante volersi bene pur avendo opinioni diverse ed avendo religioni diverse.

Durante la serata sarà possibile sostenere le attività della Fondazione Meyer, a supporto dell'Ospedale Pediatrico Meyer, grazie ad una libera raccolta fondi.

Sabato 24 settembre ore 21 al Teatro della Limonaia di Villa Strozzi via Pisana 77

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page